Header image  
   
line decor
   sei in > crollo strutturale autogrill di cantagallo
line decor
 
 
 
 

 

Crolla il soffitto dell'autogrill Cantagallo sulla Bologna-Firenze: salvo per miracolo Lavoratore - L'Azienda non dispone del Rappresentante del Lavoratori per la Sicurezza (figura creata dal D.Lgs. 19 settembre 1994 n. 626 e reso obbligatorio col D.Lgs 81/08 - Testo Unico sulla Salute e Sicurezza sul Lavoro)

L' Associazione Nazionale Dipendenti Autogrill esprime viva preoccupazione per la tutela dei Lavoratori, inerenti la sicurezza strutturale del Punto di Vendita Autogrill S.p.A. di Cantagallo sito sull’A1 (Bologna/Firenze) nel Comune di Casalecchio Di Reno (BO)

Il locale di Cantagallo è stato costruito nel 1960 come “punto di ristoro a ponte”, poggia su due locali siti nei due sensi di marcia che comprendono: nr 2 bar “Acafé”; nr 2 “Snack”; nr 2 “Market/Bottegaccia”; e la parte del ponte che unisce i due locali è adibita a ristorante con marchio “Ciao”.

I due locali laterali sono uniti mediante un sottopasso (realizzato un piano sotto il manto autostradale largo 2 mt e lungo oltre 25mt, pavimentato e illuminato) utilizzato per il passaggio del personale operativo ivi impiegato, il passaggio di impianti elettrici e ancor peggio vengono per il trasferimento dei prodotti alimentari in vendita nei locali.

Nonostante gli esposti circa la salubrità della struttura di questa Presidenza Nazionale, lo stato di agitazione dichiarato dalle OO.SS., gli scioperi effettuati dai Lavoratori nulla è cambiato: la struttura non sembra essere adeguatamente protetta contro le infiltrazioni e l’acqua che si forma durante la pioggia penetra così liberamente nelle molteplici fessure allagando i locali.

La manutenzione effettuata negli anni da Autogrill S.p.A. (?) potrebbe risultare non adeguata alla vetustà della struttura: in data odierna si è verificato un importante cedimento strutturale nel soffitto della zona di produzione bar/snack (direzione Firenze). Il crollo (pezzi da 3kg) è avvenuto alla presenza della clientela e solo per un caso fortuito non ha interessato i Lavoratori ivi impiegati al momento in pausa contrattuale.

Le infiltrazioni investono liberamente l’impianto di illuminazione e/o quello di fornitura di corrente a frequenza industriale nonché le apparecchiature elettriche aziendali (forni, cappe d’aspirazione, banco frigo, piastre a induzione, macchina del caffé ecc.) generando un reale pericolo di folgorazione dei Lavoratori ivi impiegati o di grave incendio che malauguratamente potrebbe interessare l’attigua rete Autostradale A1.

Gli allagamenti interessano anche la zona dedicata alla vendita di prodotti market (direzione Firenze) e la risposta Aziendale, sia per le zone di produzione/somministrazione alimenti o vendita a libero servizio risulta sempre la stessa: “Il posizionamento di appositi contenitori affinché raccogliere l’acqua in caduta

Il punto di vendita non dispone del Rappresentante del Lavoratori per la Sicurezza (figura creata dal D.Lgs. 19 settembre 1994 n. 626 e reso obbligatorio col D.Lgs 81/08 - Testo Unico sulla Salute e Sicurezza sul Lavoro) e la gestione dell’emergenza in una struttura potenzialmente pregiudizievole e lesiva dell’integrità fisica e psichica dei Lavoratori, dei prodotti in vendita e della clientela in transito ricade così sui Rappresentanti Sindacali Unitari ai quali con convinzione e con molta stima ho espresso la soddisfazione mia personale, del Direttivo e di tutta l’Associazione Nazionale Dipendenti Autogrill per le rivendicazioni portate avanti in questi giorni nel locale di Cantagallo.

Nel tempo i Lavoratori hanno assistito a un lento, grave decadimento delle relazioni con l’Azienda alle quali, con spirito di servizio e senso del dovere, hanno cercato soluzioni alternative e costruttive tutte rimaste “lettera morta”.

La risposta del “palazzo” di inviare un funzionario delle relazioni industriali poteva essere produttiva sennonché la persona in questione era la meno indicata, per il profilo e l’approccio da sempre dimostrato, a fare chiarezza su vicende che, si ritiene, siano state coperte per lunghissimo tempo.

C’è bisogno di un interlocutore aperto al confronto, disponibile a risolvere le problematiche in maniera chiara e senza alcun compromesso affinché l’umore e la dignità di ognuno dei Lavoratori possa tornare a quei livelli di normalità previsti dalla legge.

Su Cantagallo è stata richiesta l'attivazione della Prefettura di Bologna, del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco e della locale ASL affinché spingere l'azienda a una risoluzione di tutte le problematiche sollevate.

 

Il Presidente Nazionale
Cav. (O.E.S.S.G) Pierpaolo PORTACCI
Firma autografa sostituita dall'indicazione a stampa dei nominativi dei soggetti responsabili (comma 2, art. 3 del D.Lgs 12/2/1993, n° 39)

 

 

 

Potrebbe interessarti:
Seguici su Facebook: Associazione Nazionale Dipendenti Autogrill

Esposto Associazione Nazionale Dipendenti Autogrill a Sua Eccellenza Ennio Mario dott. Sodano, Prefetto della Repubblica per la città di Bologna e al dott. Ing.Mario Dall'Oppio, Comandante Provinciale di Bologna del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco circa la sicurezza della struttura del locale Autogrill di Cantagallo.pdf
Comunicazione Roberto Colombo Chief Business Unit Italia e Chief Operating Officer F&B Europe su sciopero dipendenti Autogrill punto di vendita di Catagallo Bologna.pdf
Solidaretà dell'Associazione Nazionale Dipendenti Autogrill ai Lavoratori del Punto di Vendita Aziendale di Cantagallo impegnati nella tutela della propria sicurezza sul posto di lavoro e della dignità di lavoratori.pdf
 
Le Segreterie Provinciali di Bologna della FILCAMS CGIl e della FISASCAT Cisl segnalano alla locale ASL il crollo avvenuto nel locale Autogrill di Cantagallo (BO).pdf

 

Potrebbe interessarti:http://www.bolognatoday.it/cronaca/crollato-soffitto-autogrill-cantagallo-A1.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/BolognaToday/163655073691021

 
     
info@associazionenazionaledipendentiautogrill.it